I suoi colori sono perfetti nella gradazione che scende dal violetto al blu, al fucsia, al verde e al bianco. E’ una fusione di colori e tuttavia ogni colore rimane distinto a testimoniare la propria energia specifica. Le sue vibrazioni entrano in noi senza interferire con la nostra attività psichica, e la mente si arricchisce di nuove esperienze, grazie al suo lavoro sottile. Gli ottaedri di fluorite appaiono come due piramidi unite per la base, simbolo di convergenza delle menti (terra, foco, acqua, aria) e di dimensioni (superiore, inferiore). E’ per eccellenza una pietra per la riflessione e l’arricchimento spirituale. E’ il simbolo della perfezione cosmica che c’è attorno ad ognuno di noi. La sua posizione principale è sul quarto chakra. E’ una pietra molto interessante per quello che riguarda il rapporto con la figura materna presente o introiettata. Va a tagliare a lavorare sui legami eterici e non con la figura materna. La Fluorite è una delle più potenti pietre della Nuova Era perché introduce nel piano fisico forme più evolute di verità e integra tali concetti all’interno della mente, che successivamente si esplica sul piano materiale. La Fluorite può anche essere usata nella cura di determinati disturbi mentali ed altri disturbi rintracciabili nelle frequenze delle onde cerebrali. Essa incrementa la carica elettrica delle cellule celebrali, cosa che introduce più forza vitale nel cervello, che da parte sua espande consapevolezza. Il blu è il colore della pace interiore, della tranquillità mentale e della serenità. Il porpora rappresenta l’aspetto religioso di una mente che è concentrata e impegnata nella vita spirituale. L’oro è il colore della saggezza, quando la mente si fonte con l’infinito pur conservando un’espressione individuale. Il bianco è il colore della purezza e dell’unicità quando la mente diventa tutt’uno con lo spirito universale, sperimentando la totalità della creazione.