“Streghe e Pagane” di Max Dashu, con un approccio di tipo etnologico-storiografico, è un manuale di riferimento, ampiamente documentato, sul tema delle donne nella religione popolare europea.

Questo studio appassionante ti trasporta in quel “tempo di mezzo” tra il paganesimo e l’età dei roghi, quando il nome delle cosiddette streghe significava ancora donne sapienti, guaritrici, fate e profetesse.

Nello studio di ciò che è sopravvissuto e di come sia stato in­fluenzato dalla cultura e dal passare del tempo, sono emersi vari filo­ni tematici, tra cui la rocca per la filatura, il fuso, la tessitura, la for­tuna e le Parche (in tutte le loro molteplici declinazioni etniche); tra i temi rituali l’incantesimo, la profezia e la divinazione, i riti di gua­rigione, la raccolta delle erbe e i medicinali.

Un altro nucleo temati­co si incentra sugli strumenti consacrati: le bacchette delle streghe e i bastoni per il seid, le sfere di cristallo, i pendoli a setaccio, nodi, rune e sacchetini per taufr o amuleti lyb.

Il filone sui luoghi, invece, porta ai santuari della Natura, come fonti, pietre, alberi (“luoghi di pace”), e verso la ricca tradizione megalitica che sua volta rimanda alle fate, agli elfi, alle antenate e agli antenati, a loro volta collegati alle dee del folclore e alle tradizioni ancorate a un luogo. Lasciati trasportare in un mondo affascinante fatto di mistero e millenarie tradizioni, alla scoperta di antichi riti pagani e delle loro protagoniste.

Indice

Ringraziamenti

Prefazione

  • Capitolo 1 – Le tele del Wyrd
  • Capitolo 2 – Wyccecræft
  • Capitolo 3 – I nomi della strega
  • Capitolo 4 – Le völur
  • Capitolo 5 – Rune e Haliorunnas
  • Capitolo 6 – Cailleachan, dísir e megere
  • Capitolo 7 – Holda la strega e il suo seguito
  • Capitolo 8 – I primi roghi di streghe
  • Capitolo 9 – Völuspá

Conclusione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Streghe e Pagane – Max Dashu”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.