La figura di cera – Riccardo D’Anna

11,48

Formato: brossura
ISBN: 978-88-89541-53-1
Pagine: 200
Pubblicato: febbraio 2011

Londra 1958. Una serie di misteriosi suicidi preludono alla riapertura di un caso risolto forse solo in apparenza, denso di preoccupanti e inaspettati sviluppi. La scomparsa dalla tomba di una marchesa caduta in disgrazia, da poco defunta fra le mura di un appartamento londinese, donna dall’indiscutibile fascino, musa ispiratrice di D’Annunzio, appassionata di occultismo e interprete dei brillanti riti della belle epoque muove i protagonisti, in una corsa contro il tempo, alla ricerca del suo calco di cera da cui ella avrebbe potuto riattingere la vita. Dopo un incontro a Venezia con Peggy Guggenheim, i nostri eroi si vedranno costretti a recarsi a Berlino, in una citta’ che mostra ancora le ferite della guerra e dove sopravvivono gli ultimi scampoli di quelle societa’ segrete che furono legate ai presupposti oscuri e alle origini magiche del nazismo. Non solo, quindi, un semplice romanzo di genere, ma un racconto che coniuga atmosfere noir e sfondi storici, personaggi reali e derive fantastiche. Concepito quale omaggio al Morso sul Collo di Simon Raven (Gargoyle 2009), La figura di cera e’ in realta’ una sorta di obolo sentimentale che l’autore versa nei confronti dell’horror classico, che riaffiora timidamente non tanto e non solo in chiave letteraria: dai film della Universal a quelli della Hammer, da Vincent Price e Lon Chaney junior a Basil Rathbone e Nigel Bruce, indimenticati interpreti della coppia Holmes-Watson.

Non copie usate ma rimanenze di magazzino. Condizioni ottime. Affrettarsi!