L’Ideologia Massonica nella Vita e nella Musica di Mozart – Eugenio Lazzari

15,00

Anno edizione: 2018
Pagine: 128

“Se veramente esiste la possibilità di incontrare delle voci del passato, se c’è un musicista che io vorrei incontrare questi è Mozart. Se potessi scegliere non chiederei Bach, Leonardo, Michelangelo, ma Mozart, perché vorrei capire chi era quest’uomo, perché dentro di lui c’è una forza talmente fuori della natura, neppure soprannaturale, da lasciarti sgomento. Mozart ti dà l’idea di qualche cosa in più che esiste da qualche parte e che in lui si è fatta musica, si è fatta umana”.
(Riccardo Muti)

A duecento cinquant’anni dalla nascita, e nonostante le infinite indagini letterarie e la illimitata saggistica, il più grande musicista e forse artista di ogni tempo rimane ancora un mistero, nonostante che il fervore di iniziative suscitate dalla suddetta ricorrenza, abbia provocato anche il riesame di certi luoghi comuni diffusi da tempo sulla sua vita e sulle sue opere: infatti non sappiamo ancora con sicurezza come è morto né come è davvero vissuto.

Wolfgang Amadeus Mozart fu certamente membro della Libera Muratoria e la sua concezione della vita e dei rapporti umani, che si trasfuse nelle sue opere immortali, rispecchia lo spirito e i valori universali basati sulla libertà, l’uguaglianza e la fratellanza: principi fondamentali della Massoneria. Eugenio Lazzari in questo volume ricostruisce la figura e le opere del più grande musicista di tutti i tempi, dal punto di vista artistico, culturale ed esoterico.