Il Pendolo Universale PU6 e la Radiestesia Vibratoria – Maria Grazia Prever

18,00

Anno Pubblicazione 2020 – Formato Libro – Pagine: 168 – 15x21cm

In questo libro Maria Grazia Prever cura uno studio del Pendolo P.U.6 di André de Bélizal, Léon Chaumery e P.A. Morel.

La radiestesia tradizionale detta “empirica o mentale” praticata da sempre, si avvale di un Pendolo generico e di una serie di quadranti che riportano indicazioni dalle quali l’operatore trae le sue conclusioni.

Il pensiero del radiestesista, in seguito alla domanda mentale, genera un’onda che stimola i centri nervosi dai quali parte la corrente che da impulso al movimento delle dita, e quindi al movimento del pendolo codificato per convenzione in senso orario o antiorario. Per avere una riposta valida, però, occorre che il radiestesista sia certo che i sistemi nervosi, il sistema simpatico e il bulbo rachideo siano in buon ordine.

Su un altro piano troviamo la radiestesia scientifica, molto diversa dalla prima, in questo ambito fisici ed ingegneri hanno applicato le loro ricerche ai fenomeni radiestesici, e li hanno studiati con metodologia sperimentale. Per condurre, con successo, le loro esperienze essi dovevano disporre di un apparecchio che si basasse sulle leggi della fisica, e nello stesso tempo fosse emettitore e ricevitore di vibrazioni rigorosamente calcolate. Fu così che nel 1936 Léon Chaumery e André de Bélizal realizzarono il Pendolo Universale, che costituì un’importante tappa nel cammino radiestesico, in quanto poteva offrire la possibilità di trasformare l’arte radiestesica in vera scienza.

Con questo pendolo i ricercatori hanno voluto costruire uno strumento che rilevasse ed emettesse con precisione le diverse frequenze colore dello spettro visibile ed invisibile, escludendo il mentale dell’operatore, sottolineando che ogni elemento poteva avere il suo colore caratteristico ed anche ogni malattia poteva avere il suo colore caratteristico, quindi uno strumento che potesse aiutare le analisi e le terapie energetiche.

Questo pendolo, quindi, consente di individuare le onde nocive definendone inoltre il colore, è in grado di scoprire tutte le vibrazioni di onda di forma possibili presenti in ogni punto, e risolvere molte problematiche in qualsiasi ambito. Ecco perché è stato chiamato “Universale”.

N.B. Il Pendolo non è compreso.

Indice

Introduzione

  • Il pendolo universale
  • Parliamo di radiestesia
  • Elettromagnetismo – Onde portanti e onde portate
  • Il verde negativo e il pendolo universale
  • Onde nocive – Forze invisibili e forze compensate
  • Il pendolo universale e le forze compensate
  • Onde di forma
  • Il pendolo universale – La sfera
  • Concetto esoterico di energia ed i colori
  • Rilevazione delle onde nocive dall’ “a” alla “w”
  • La geobiologia
  • Campo energetico umano
  • Cenni sulla medicina cinese
  • Uso del pendolo PU6
  • Il pendolo Ptah di John Living
  • Terapia radionica con il pendolo PU6 sulla persona
  • Ricerca di un oggetto
  • Test con il pendolo universale PU6 su oggetti
  • Il pendolo universale PU6 e gli ambienti
  • Localizzazione dell’onda di mezzo di un volume
  • Analisi dei corpi secondo la tavola di Mendeleiev…
  • Regola per la ricerca di un’altezza d’onda (h.o.)
  • Cancellare le memorie dolorose
  • Dalla memoria cellulare
  • Trattamenti con il pendolo universale PU6
  • Un’informazione sul vecchio pendolo di ceramica
  • Il pendolo universale pu6 e i colori

Appendice
Circuiti per lavorare con il pendolo universale

Bibliografia