Tra i vari orientamenti della Qabalah vi è quello mistico e spirituale sviluppato dal grande cabbalista spagnolo del XIII secolo, Abraham Abulafia. Egli ha creato degli esercizi spirituali, contenuti nel libro, basati su combinazioni delle ventidue lettere dell’alfabeto ebraico, aprendo così la via della Qabalah della parola, la cui pratica conduce all’estasi mistica.

Tale estasi è un’apertura della coscienza grazie a cui è possibile comunicare con il proprio universo interiore e con tutto il creato. Le combinazioni di lettere alimentano tecniche di vocalizzazione, di respirazione e di movimenti del corpo, favorendo l’unione di materia, soffio e spirito.

Indice:

  • Introduzione
  • Capitolo I – Othioth, le lettere simbolo
  • Capitolo II – Chokmah, la saggezza dei cabbalisti
  • Capitolo III – La potenza della mano
  • Capitolo IV – Lìequilibrio del nome in quarantadue lettere
  • Capitolo V – Ein-Sof e Sephiroth
  • Capitolo IV – I trentadue sentieri della saggezza
  • Capitolo VII – Hitbodeduth e Hazkarah
  • Capitolo VIII – I fondamenti dello Tseruf
  • Capitolo IX – Le 231 porte dello spirito
  • Capitolo X – La qabalah della lingua
  • Capitolo XI – Lo Tseruf dei nomi
  • Capitolo XII – Respirazione e movimento
  • Bibliografia
  • Indice

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Qabalah estatica e Tseruf – Georges Lahy”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.