Il Simbolo – Michele Addante

11,40

Breve saggio sulla genesi e la funzione del linguaggio iniziatico

Il libro non si propone d’infoltire il già fitto ed ubertoso sottobosco dell’erudito “sapere simbolista”. La sua ragion d’essere, più che dettata dall’intento di mettere in circolazione l’ennesima opera d’indagine storiografica o di saggistica esegetica sui Simboli, obbedisce, piuttosto, all’esigenza di fornire orientamenti sul “quando” e sul “come” del “linguaggio iniziatico”. Questo breve saggio, infatti, persegue un duplice compito. Il primo s’impernia sull’organica formulazione di un’ipotesi, per quanto possibile, comprensibile ed attendibile sul mistero delle origini del Simbolo. Il secondo si concretizza nell’individuazione di principi operativi correlati alla funzione di “catalizzatori” dell’esperienza del Risveglio interiore, assolta dai Simboli da ère ancestrali. Per adempiere a tali compiti, il lavoro muove da un postulato imprescindibile: i Simboli, lungi dall’essere il retaggio fossilizzato di epoche perdute, sono “entità viventi” attive ed operanti, svincolate dalle leggi del tempo ed, in quanto tali, sostanziate d’eternità. Ne deriva una congenita attitudine alla perennità, che conferisce al Simbolo un’inesauribile vitalità ed un’attualità che si perpetua da millenni, nei millenni.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Simbolo – Michele Addante”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.